Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Martedì, 06 Ottobre 2009 11:51

Scarlatti - 13 sonate

Vota questo articolo
(0 Voti)

SCARLATTI. TREDICI SONATE. CD Erato CD

LC04281.

Anne Queffelec, pianoforte.

Reg. 1970.

www.warnermusic.it

giudizio artistico: ECCEZIONALE

giudizio tecnico: BUONO


Prima ancora di mettere questo disco sullo stereo, mi erano già venuti i lacrimoni agli occhi: la erato

ha inaugurato una ristampa di titoli storici con le copertine originali (quelle bianche, titolo in alto e

un dipinto sotto...). Un flashback bestiale, che ha dato il via a una confezione di proustiane Madeleineformato famiglia. Ma una volta passato l'attimo di commozione (e messo via il lacrimatorio da campo, di Paperon De Paperoniana memoria) sono passato a momenti più professionali e ho proceduto con l'ascolto del disco. Non conoscevo quest'incisione, nel senso che non ne avevo mai sentito parlare, e questo è molto strano. Facendo un po' di analisi dei titoli in mio

possesso, però, il disegno è diventato chiaro: la erato, che era un'etichetta attenta alla ricerca ma anche ai gusti del pubblico, mentre pubblicava Luciano Sgrizzi al cembalo, mise anche sul mercato

Anne Queffelec al pianoforte, che ne fece una lettura agli antipodi, fortemente influenza da

Gieseking e tutta volta a un gusto della leggerezza. Il pianoforte viene trattato da pianoforte, non da

pseudo cembalo, e quindi i colori sono quelli di un pianoforte, ma le mani della Queffelec volano via veloci, senza che però la traccia lasciata sia nulla. Interessante la scelta delle sonate, per nulla scontata, che non presenta opere di troppo elevata frequentazione. Ergo mettete il CD nel lettore, chiudete gli occhi e allacciate le cinture!

Come già detto da me in altre pagine di questo giornale, mi dispiace sinceramente che un eccellente

remastering a cura di Floating Earth debba pagare lo scotto di una gestione scellerata come

quella delle redazioni di Erato. Ora, io spero sinceramenteche chi produceva i titoli erato negli anni

sessanta e settanta sia passato a miglior vita, perché vedere uno scempio così è davvero un insulto: è

un insulto alla cultura, a chi paga i dischi, a chi ascolta i dischi. E su questo perdonatemi una breve

digressione: un motivo per cui io i dischi li compro in grande quantità anche con i prezzi che hanno ora è - oltre alla qualità audio - la completezza dell'oggetto e soprattutto delle informazioni contenute. Da questo punto di vista, un qualsiasi CD scaricato dalla rete (e non parlo di canali illegali, la cosa vale anche e sopratutto per i vari emusic, itunes, etc) manca del libretto, e di conseguenza delle relative informazioni, che sono importanti per ogni ascoltatore

che si rispetti (non penso di possedere un solo disco o CD di cui non abbia letto il booklet).

Ora, questa ristampa, che da fuori sembra bellissima, racchiude al suo interno un booklet poverissimo di quattro facciate, di cui le due internepraticamente bianche! Praticamente, perchè

contengono ancora una striminzita track list, e basta. Niente info sulla registrazione, niente note

di copertina, niente di niente. E allora - e mi scuso pubblicamente con floating earth, che ha fatto un remastering fantastico! - la warner non venga a piangere in cinese che nessuno compra i dischi,

perchè se continuano a fare produzioni del genere non ne varrà più la pena, di acquistare CD. E probabilmente, se lorsignori avessero acquistato qualche disco in vita loro, lo saprebbero. E fa male, fa molto male vedere una major come questa che prima ha acquistato tutte le migliori etichette del

mondo, e poi ha dimostrato di non avere nè testa per la cultura, nè per il marketing. Continuiamo così,facciamoci del male...

Carlo Centemeri

Letto 11163 volte
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore