Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Giovedì, 24 Febbraio 2011 11:37

STAATSKAPPELLE DRESDEN ESEGUE BERLIOZ / BRUCKNER / STRAUSS / SHOSTAKOVICH

Vota questo articolo
(0 Voti)

STAATSKAPPELLE DRESDEN ESEGUE BERLIOZ / BRUCKNER / STRAUSS / SHOSTAKOVICH. LP Thorens PH 08064. (2 LP). LP 180gr.Direttori: Sir Colin Davis, Bernard Haitink, Giuseppe Sinopoli, Kyrill Kondrashin Reg: 1974, 1994, 2001, 2003. Prod: MDR Kultur, Ebherard Jenke, Radio DDR, Sender Dresden. Eng: Manfred Weber, Dietmar Staffe, E. Bretschneider.

www.soundandmusic.com

giudizio artistico: ECCEZIONALE

Due LP deidcati all'Orchestra della Staatskappelle Dresden. Il primo disco si apre con la Grande messe des Morts op.5 e il Lachrymosa di Berlioz. L'esecuzione effettuata il 13 e 14 febbraio 1994 è dal vivo alla Kreuzkirche di Dresda. Il direttore è Sir Colin Davis e l'esecuzione è di livello elevatissimo anche se, purtroppo, l'intelligibilità di queste grandiose musiche non è massima in quanto l'ambiente acustico presenta forti echi che producono mascheramenti nel suono. La seconda facciata è dedicata a Bruckner ed allo Scherzo: Trio della Sinfonia n.6 in la maggiore. Qui la registrazione è del 2003 ed il direttore è Haitink. Il risultato musicale è assolutamente eccellente, un Bruckner carico di energia e passione. Ancora nella seconda facciata del primo disco è la volta di Sinopoli che esegue Tod und Verklarung op.24, registrazione del 2001. Anche qui una interpretazione molto profonda, meditata e carica di pathos. Arrivati al secondo LP troviamo Kondrashin che esegue interamente la Sinfonia n.15 in la maggiore op.141 di Shostakovich. Qui siamo veramente a livelli assoluti: registrato il 23 gennaio 1974, questo disco è un monumento all'opera di Shostakovich, oserei dire perfetto! Un' interpretazione pulita, chiara, di rara efficacia, eseguita da un'orchestra veramente impressionante per le qualità in grado di esprimere. Un' organico del genere non nasce per caso, bensì è il frutto di una costante ricerca e affinamento che si sviluppa grazie all'imprescindibile uso di direttori stabili di grande livello che plasmano l'orchestra secondo il loro volere e sviluppano al massimo le doti precipue. Tra questi possiamo citare: Carl Maria Von Weber, Richard Wagner, Fritz Reiner, Fritz Bush, Karl Bohm, Rudolf Kempfe, Herbert Blomstedt, Fabio Luisi e scusate se è poco! Le caratterisiche? Potenza, intonazione, qualità di suono ed insiemi praticamente perfetti (non solo in Shostakovich ovviamente) rendono questa orchestra una straordinaria macchina da musica che se ben guidata, ed in questi lp lo è veramente, offre performance strepitose. Questa orchestra dovrebbe essere presa ad esempio per come suona: varie compagini italiane invece hanno come caratteristica principale la presuntuosità e la superficialità di alcuni dei loro musicisti (non tutti grazie a Dio). Questi hanno oramai perso, nonostante la grande bravura di molti di loro, la dignità, l'orgoglio, la voglia di suonare ed il sacrificio che la musica esige. Non credo, francamente, che i nostri musicisti siano inferiori a musicisti di altre nazioni, anzi, ma quello che cambia invece è il metodo e l'organizzazione, oltre al fatto che bisogna prestare una maggiore dedizione al lavoro d'orchestra che troppo spesso viene da noi vissuto come un diminutivo o un ripiego rispetto alla carriera solistica. Solo con un approccio più professionale e dedito al "lavoro di squadra" le nostre orchestre potranno competere ai massimi livelli internazionali. Livio Malpighi

giudizio tecnico: ECCEZIONALE

Questo doppio LP da 180 grammi si presenta in una bella confezione e con un vinile perfettamente piatto e straordinariamente silenzioso. Le quattro registrazioni, anche se fatte in luoghi e momenti diversi, sono tutte bellissime. Come ho detto prima, quella di Colin Davis è quella più critica perché effettuata in una chiesa dove il riverbero è molto forte, tuttavia il risultato è estremamente fedele, e anche se l'eco è grande, l'effetto di trovarsi in prima persona dentro alla chiesa è veramente realistico. Credo che in quelle condizioni ambientali non si sarebbe potuto fare di meglio. Le altre registrazioni invece sono state fatte in condizioni più normali ed il risultato è molto valido e correttamente bilanciato. Una riflessione personale: Ebherard Bretschneider è il sound engineer della registrazione di Sinopoli del 2001 e di quella di Kondrashin del 1974. Vero è che il luogo della registrazione è diverso: Semperoper per il primo e Kulturpalas di Dresda per il secondo. Tuttavia la differenza maggiore stà nella tecnologia della presa del suono: quella di Sinopoli è una registrazione digitale (non meglio precisata) mentre l'altra è fatta su registratore a bobine da 38 cm. al secondo. Secondo voi quale suona meglio? Non ci sono dubbi, quella analogica è più naturale e rispettosa dei timbri originali, la definirei 'quasi magica', la dinamica è strepitosa, veramente sorprendente e l'immagine granitica. Da ascoltare! Livio Malpighi

Letto 9754 volte
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore