Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Sabato, 07 Ottobre 2006 19:28

Il software di produzione per l'SACD entra nell'era di Internet

Illustrando il proseguire di un forte supporto all'SACD all'ultimo convegno dell'AES tenutosi a Parigi lo scorso Maggio, Sony ha annunciato la presentazione di un formato di stampa completamente nuovo che semplificherà e velocizzerà la produzione degli SACD, riducendo significativamente i costi di masterizzazione. Si tratta dell'UCMF (Unified Cutting Master Format), un formato basato su file, analogo al DDP del Compact Disc.

Fino ad oggi la produzione degli SACD è stata basata su nastri, ma l'UCMF non è legato ad alcun supporto ed i master possono quindi essere creati, conservati e trasportati come file digitali su una rete e archiviati su dischi ottici.

Yushi Igarashi, General Manager del gruppo audio di Sony, considera l'UCMF una evoluzione strategica per l'SACD, a causa della riduzione dei costi e dell'incremento dell'affidabilità. Gli stabilimenti di produzione Sony in Austria ed in Giappone, così come lo studio di produzione Sony di Tokyo, sono già stati aggiornati per lavorare col nuovo formato. Anche lo stabilimento di produzione a Terre Haute (USA) e gli studi di produzione di Hong Kong e New York sono stati aggiornati nei mesi estivi.

Anche numerosi studi di produzione specializzati nel SACD sono stati interessati da questo processo di aggiornamento. L'UCMF semplificherà la vita a molti piccoli produttori.

La presentazione dell'UCMF è un altro segno del forte e continuo impegno di Sony a favore dell'SACD. Esso segue la presentazione di numerosi modelli di lettori ad alta risoluzione, indirizzato al mercato di massa, caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo e da prestazioni significativamente migliorate. Non mancano comunque prodotti audiophile e altri specificatamente indirizzati agli impianti Home Theater.

Anche la nuova PlayStation 3, che verrà presentata il pòrossimo Novembre, è ora in grado di leggere gli SACD. Attualmente sono presenti sul mercato più di tredici milioni di lettori SACE-compatibili: tale cifra è destinata a crescere esponenzialmente dopo la presentazione della nuova PlayStation.

Per ulteriori informazioni tecniche sull'UCMF è possibile visitare il sito Philips: http://www.licensing.philips.com/information/sacd/documents1061.html

Letto 705 volte

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore