Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Lunedì, 16 Marzo 2015 13:52

Si conclude l'integrale delle sinfonie di Nielsen su BIS

La nota etichetta svedese ha pubblicato il terzo volume del corpus sinfonico del grande compositore danese diretto da Sakari Oramo alla testa della Royal Stockholm Philharmonic Orchestra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il secondo volume di recente pubblicazione del ciclo sinfonico di Carl Nielsen eseguito dalla Royal Stockholm Philharmonic Orchestra e diretto da Sakari Oramo ha già incontrato lo stesso plauso suscitato con l'uscita del primo disco. L'ultima uscita del ciclo si apre con la seconda sinfonia, conosciuta con l'appellativo de "I quattro temperamenti", risalente al 1901-02. Le sue origini sono da far risalire a un quadro allegorico nel quale Nielsen si imbattè in una locanda, che illustrava i quattro temperamenti dell'uomo com'erano stati definiti dalla medicina greco-romana: la rabbia, l'apatia, la malinconia e lo spensierato abbandono. Ma Nielsen era incapace di disegnare qualcosa di diverso da un carattere arrotondato e di conseguenza il focoso primo movimento è ricco anche di episodi lirici, ci sono momenti di nobiltà stoica nella malinconia, e la marcia che conclude il finale sanguigno è intrisa di una certa dignità. Ventitrè anni dopo, il compositore danese completò la sua sesta e ultima sinfonia, dandole l'appellativo di "Semplice". Nel frattempo, la quarta e la quinta sinfonia avevano garantito a Nielsen fama e un grandissimo riconoscimento professionale. Nonostante il suo sottotitolo, però, questa sinfonia sconcertò i critici così come il pubblico. Quando iniziò a lavorare su di essa Nielsen aveva previsto un lavoro che sarebbe stato "abbastanza idilliaco nel carattere" - qualcosa che viene confermato dalle battute iniziali. Ma quando giunge l'ultimo movimento, il "Tema e variazioni", il lavoro aveva ormai preso un corso diverso, e come poi Nielsen disse a un amico, la nona e ultima variazione, segnata per tuba e percussioni, rappresenta "la morte che bussa alla porta".

 

Notizie fornite dalla BIS

 


www.bis.se

 

Letto 493 volte

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore