Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Lunedì, 04 Maggio 2015 23:02

5 AM

Due americani, un francese, due italiani. Il quintetto di Andy Gravish e Michael Campagna è una delle migliori e piacevoli formazioni jazz del momento, come dimostra questo CD distribuito in Italia da Egea Music

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Due americani, un francese, due italiani. Il quintetto di Andy Gravish e Michael Campagna è una delle migliori e piacevoli formazioni jazz del momento. La loro musica in fondo è una versione assai gradevolmente aggiornata del Bebop di cui padroneggiano impeccabilmente in fraseggio e negli eleganti temi originali così come in alcune indovinate riletture di pezzi standard, con un'intelligente cura del suono. Michael Campagna, nato a Miami e genovese d'adozione, è un sassofonista di prim'ordine. Il suo suono brilla nell'incontro con quello della tromba di Andy Gravish, l'altro americano, che ha studiato alla Berklee College of Music di Boston con un solista e docente originale come Herb Pomeroy. Sono una coppia di opposti che s'incontrano: ma funziona e dà splendidi risultati. Alessandro Collina è un pianista ormai maturo che ha sviluppato una notevole sicurezza nella costruzione degli assoli, fantasiosi secchi e incisivi accanto a un'attenta percezione delle ragioni dell'accompagnamento. Altrettanto attraente in assolo è il contrabassista francese Marc Peillon, grazie a un bellissimo timbro, estremamente delineato nel dettaglio. I timbri così personali e sicuri di ciascuno sono continuamente legati dalla batteria di Rodolfo Cervetto che in pochi anni ha messo a punto una percussione dal colore molto moderno con cui può sostenere, affiancare o stimolare i colleghi avvolgendoli spesso in una delicata cortina di suono soffuso pur permettendosi passaggi solistici tanto complessi quanto discreti.

 


Notizie fornite da Egea Music

 


www.egeamusic.com

 

Letto 352 volte

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore