Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Giovedì, 18 Giugno 2015 11:27

Il jazz nel cuore dei Berliner Philharmoniker

Questo CD, distribuito dalla Egea Music, porta questo genere di musica nella sala che ospita l'orchestra berlinese, la più famosa e illustre del mondo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’obiettivo della serie di concerti Jazz at Berlin Philharmonic, curati e prodotti da Siggi Loch, è non solo quello di portare il jazz in una delle più prestigiose sale da concerto europeo, ma in particolare quello di riunire musicisti provenienti dai più disparati panorami musicali in un modo con un innovativo focus tematico. Il concerto presentato in questo cd ha visto sotto i riflettori la fisarmonica, uno strumento troppo spesso frainteso che è ancora oggi un outsider nella musica classica e jazz, malgrado i tentativi di talenti pionieristici come Astor Piazzolla e Richard Galliano. I protagonisti di questo concerto sono: Vincent Peirani, che sapientemente modernizza lo strumento svelando la molteplicità di suoni e opportunità musicali offerte dalla fisarmonica; il fisarmonicista di formazione classica Klaus Paier, un esploratore sonoro avventuroso, che crea un mix inebriante di jazz, classica, musette e world music; Régis Gizavo, un fisarmonicista autodidatta che ha imparato il mestiere nelle strade e nei bar del Madagascar, in duo con chitarrista Nguyên Lê, musicista famoso per la sua fusione di world music e jazz; Stian Carstensen, noto per la sua pionieristica band “Farmers Market”, che unisce le forze con il genio polacco del violino Adam Baldych. Il concerto non poteva che concludersi con “Libertango” di Astor Piazzolla, interpretato da tutti gli artisti insieme, con un arrangiamento assolutamente inedito e sorprendente.

1 Tango Loco 05:19 2 South Africa 06:54 3 Love 04:59 4 Horgalaten 04:00 5 Oriental Hoedown 06:37 6 Egyptian Fantasy 04:12 7 Song Of Medina - Casbah 08:57 8 3 Temps pour Michel’P 04:48 9 Libertango 08:05


Notizie fornite da Egea Music

 

www.egeamusic.com

 

Letto 374 volte

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore