Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Sabato, 20 Giugno 2015 12:45

Raffinate rarità

Tra gli strumentisti musicali del passato emersi grazie alle ricerche musicologiche dedicate alla musica antica, il violino basso è, quasi certamente, il meno noto e frequentato e questo CD della Urania Records permetterà agli appassionati e audiofili di scoprire uno strumento dal suono meraviglioso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo strumento è un vero e proprio antenato del violoncello, utilizzato prevalentemente per la realizzazione del basso continuo e che ebbe comunque un proprio repertorio soprattutto a partire dalla metà del XVII secolo, grazie ad autori come Girolamo Frescobaldi e fra' Bartolomeo de Selma y Salaverde, anche se le prime opere espressamente pensate per il violino basso (o violone) provengono dall'area emiliana e sono dovute a Giovanni Battista Vitali e Giuseppe Colombi. Questo rarissimo repertorio viene ora esplorato da Renato Criscuolo, unitamente dal clavicembalista Alberto Bagnai e dal chitarrista Bud Roach in questo splendido CD della Urania Records, che presenta una registrazione destinata ad attirare l'attenzione anche da parte degli audiofili.


Notizier fornite da Urania Records


www.uraniarecords.com

 

Letto 474 volte

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore