Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Domenica, 29 Ottobre 2006 12:52

Stokowski's Symphonic Bach vol.2

Vota questo articolo
(0 Voti)

STOKOWSKI’S SYMPHONIC BACH VOL.2.

BBC Philharmonic, M.Bamert.

CD Chandos CHAN 10282. 75:28.

DDD. Stereo. Studio Recording. Studio 7, New Broadcasting House, Manchester. 2004. Prod: B.Pidgeon, M.George. Eng: S.Rinker, C.Lee.


giudizio artistico: OTTIMO

Giunto al suo quinto impegno discografico riguardante l’universo sonoro stokowskiano Matthias Bamert si può effettivamente considerare il più autorevole interprete contemporaneo delle trascrizioni e degli arrangiamenti del grande direttore d’orchestra inglese. In effetti è difficile non apprezzare il lavoro di questo direttore non semplicemente professionale (come ad esempio Erich Kunzel o Leonard Slatkin), ma almeno all’apprenza sinceramente coinvolto nello spirito musicale di questo grande ‘illusionista’ e, quindi, non incline al semplice sfarzo sonoro.

Questa volta tocca a una serie di trascrizione bachiane realizzate nel corso degli anni da Stokowski e mai pubblicate ufficialmente a stampa (come era invece accaduto per il precedente discografico (Chandos 9259).

Tra queste si segnalano anche la prima registrazione assoluta di Aus tiefer Noth dal terzo libro dei Clavier-Uebung e della trascrizione integrale della Fantasia e Fuga BWV542.

L’unico limite evidente che si può imputare a queste letture di Bamert consiste nel senso di

‘datato’ che trasmettono all’ascoltatore. Il confronto con il CD EMI serie Legend con le più celebri

trascrizioni bachiane di Stokowski dirette dallo stesso autore rende tangibile la differenza tra queste e le ottime versioni presentate da Chandos.

Per quanto Bamert sia attendibile, espressivo e coinvolto nell’operazione non riesce mai a trovare l’intima convinzione che è propria del vecchio ‘stregone’ quando affronta il frutto della sua fantasia di concertatore. E’ palpabile quanto siano maggiori l’estroversione e la dimestichezza con queste partiture posseduta da Stokowski, che permette alle sue esecuzioni di liberarsi da quel senso di curiosità fuori dal tempo per assurgere alle vette del puro gioco musicale. È ovvio come questo prodotto discografico non sia comunque rivolto ai cultori della filologia barocca, ma solo agli amanti della musica senza preconcetti, che potranno trarre grande godimento da queste trascrizioni e dalla loro interpretazione.

Riccardo Cassani


giudizio tecnico: ECCEZIONALE

[ASGiudizioRecensioni 5 5 4 5]

Non c’è molto da dire riguardo a una registrazione di tale qualità.

L’ampiezza e la consistenza della resa dinamica sono impressionanti soprattutto per quanto riguarda la tenuta nei punti di climax più violenti. L’equilibrio tonale è omogeneo lungo tutto l’arco delle frequenze e contribuisce a ricostruire un’immagine timbrica di grande plasticità e coesione che non potrà non emozionare i cultori di certe registrazioni inglesi analogiche dell’età d’oro (anni ‘60-’70).

Il palcoscenico sonoro ha ampiezza di sviluppo laterale e verticale di ottimo realismo ai quali si aggiunge un buon senso di profondità solo un poco dalla particolarità del riverbero.

A questo proposito si deve sottolineare come, curiosamente per uno studio di registrazione radiofonico, il riverbero risulti particolarmente ‘lungo’ ed evidente. La qualità degli altri parametri permette di mantenere elevata la resa sonora, ma anche per questo non si può fare a meno di sospettare una leggera

manipolazione, se non altro per la regolarità assoluta con cui gli strumenti dalla resa timbrica e dalla velocità di emissione più diverse ne vengono influenzati.

Riccardo Cassani

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

Ancora Hardware

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore