Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Venerdì, 12 Ottobre 2007 14:24

MAHLER. SINFONIA N.3.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Anne Sofie von Otter, Coro femminile dei Wiener Singverein,

Wiener Philharmoniker, Boulez.

CD/SACD. Deutsche Grammophon 474 298-2. 2

CD/SACD. 95:28. Stereo. DDD. Studio Recording. 2001.

Grosser Saal, Musikverein, Vienna (Austria). Prod.: Christian

Gansch. Eng.: Wolf-Dieter Karwatky. Bal Eng.: Rainer Maillard.


giudizio artistico: ECCEZIONALE

Pierre Boulez prosegue il suo ciclo mahleriano con una interpretazione della Terza Sinfonia basata sulla partitura più che su qualunque canovaccio immaginario. Come era facile attendersi, Boulez propone un’esecuzione scrupolosa, più portata a esaltare l’aspetto musicale che a indulgere a una scenografia artificiosa realizzata in sala di controllo. Anche se sicuramente alcuni ascoltatori avrebbero preferito una lettura caratterizzata da un maggior livello di teatralità, colori ed espressioni emotive, sono ben poche le esecuzioni di questa possente sinfonia che si assumono l’impegnativo onere di rendere più chiara ed equilibrata la complessa partitura di Mahler. Il fantastico istinto di Boulez per i dettagli sonori e la sua precisione ritmica ci consentono di apprezzare pienamente la acuta espressività di Mahler senza lasciare mai nulla al caso. In tutta la sinfonia non si nota alcuna carenza di identificazione e la prestazione dei Wiener Philharmoniker possiede la consueta idiomaticità. Il direttore francese trae dalla ‘sinfonia della natura e dell’amore’ una lettura intrisa di devozione, esprimendo tutte le sue risorse. Uno degli elementi più significativi del Boulez direttore è la trasparenza. Ascolto dopo ascolto si notano in maniera sempre più evidente tutti i più reconditi dettagli e la loro importanza.

Nella lettura di Boulez si può riconoscere una logica strutturale unita a una profonda conoscenza delle doti espressive e dell’orchestrazione di questa sinfonia. Inoltre Boulez profonde una grande attenzione al modo in cui la musica viene eseguita. Nel complesso si tratta di un’esecuzione del tutto soddisfacente, ricca di spunti illuminanti e di eccezionale musicalità.

Colin Anderson


giudizio tecnico: ECCEZIONALE

DINAMICA: 5

EQUILIBRIO TONALE : 5

PALCOSCENICO SONORO: 5

DETTAGLIO: 5

Anche la qualità della registrazione è eccezionale. Grazie a un’immagine sonora di meravigliosa ampiezza possiamo godere di una prospettiva molto vicina a quella di una sala da concerto reale, in cui il bilanciamento e la proiezione sonora sono quelle degli interpreti. Questo disco è stato pubblicato in una versione ascoltabile sia sui lettori CD sia su quelli SACD che garantisce risultati

apprezzabili su entrambi. L’ascolto sul lettore SACD ha comunque fatto emergere un suono leggermente più tangibile e realistico. In particolare, i quattro parametri che sottendono la nostra valutazione raggiungono livelli del tutto soddisfacenti, al punto che potremmo addirittura credere di essere seduti in una delle migliori poltrone del Musik- A 68 verein. Anne Sofie von Otter non viene mai messa in eccessiva evidenza (cantando con notevole sentimento) mentre il coro femminile e quello di voci bianche vantano una eccellente trasparenza, apparendo situati esattamente dove ci si attenderebbe di trovarli, vale a dire dietro l’orchestra. Un solo fatto mi ha contrariato, cioè che il primo movimento (la prima parte della sinfonia) non sia stato posto da solo nel primo disco, che invece contiene tre movimenti come il secondo CD. A parte questo appunto, non posso che raccomandare con grande entusiasmo questo disco sia agli appassionati di musica sia agli audiofili più esperti.

Colin Anderson

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

Ancora Hardware

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore