Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

Venerdì, 14 Marzo 2008 12:24

MAURO GIULIANI, GRANDE OUVERTURE OP.61

Vota questo articolo
(0 Voti)

MAURO GIULIANI, GRANDE OUVERTURE OP.61, ROSSINIANA N.1 OP.119, ROSSINIANA N. 3 OP.121, SONATA EROICA OP.150, SONATA OP.15.

CD Telarc 80525

David Russel, guitar.

Telarc 1999. Recorded in the American Academy of Arts and Letters, New York City, 24-26 Marzo 1999. Recording Producer: Rosalind Ilett, Recrding Engineer Thomas Knab.

Telarc Digital 20 Bit CD

www.telarc.com


giudizio artistico : OTTIMO

La figura di Mauro Giuliani (1781-1829), noto compositore e virtuoso chitarrista di Bisceglie (Bari) a cavallo tra Settecento e Ottocento, pressoché ignorato per un secolo e mezzo, è tornata prepotentemente alla ribalta intorno agli anni Settanta, grazie agli studi e alle ricerche del musicolo statunitense Thomas Heck. Da allora a oggi si è assistito a una notevole rivalutazione dei suoi lavori per e con chitarra e a un crescente proliferare di pubblicazioni e di incisioni discografiche dedicate a lui. In questa emissione a 20 bit della Telarc è David Russel a fare la parte del leone, cimentandosi in alcuni dei grandi capolavori solistici dell’autore pugliese : siamo di fronte all’imponente Grande Ouverture op. 61, alle due impervie Rossiniane nn. 1 e 3 op.119 e 121, all’elegante Sonata Eroica op.150 e alla classica Sonata op.15. Le letture del chitarrista anglosassone sono, come al solito, di elevatissimo standard tecnico e interpretativo : le difficoltà tecniche, che non sono poche, specie nelle due Rossiniane, sono superate con grande disinvoltura mentre la polifonia, lo stile e la prassi fraseologica dell’epoca sono ben restituiti, riuscendo a ben coniugare la classicità viennese agli impeti virtuosistici. Le scelte agogiche, le dinamiche e la resa timbrica sono molto convincenti, un pò meno il lirismo espressivo di alcuni momenti, come l’Introduzione della Grande Ouverture, nei quali il senso poetico è schiacciato da un dannoso efficentismo. La proposta resta comunque oltremodo interessante, dimostrando ancora una volta le qualità di questo artista versatile.

giudizio tecnico : OTTIMO


DINAMICA: 4/5

EQUILIBRIO TONALE : 4

PALCOSCENICO SONORO: 5

DETTAGLIO: 4/5

Registrazione in studio di ottima fattura. La timbrica è ben resa, con una grande aderenza alle sei corde della chitarra e con una equalizzazione piuttosto equilibrata che privilegia leggermente le frequenze medio basse, donando quel giusto grado di cupezza allo strumento. I dettagli sono molto curati e messi bene a fuoco, fatto che permette di ascoltare con attenzione le scelte fraseologiche dell’interprete. Le dinamiche e il riverbero sono altrettanto ottimi. Una rimasterizzazione a 20 bit notevole che onora il luogo in cui è stata effettuata l’incisione.

Adriano Sebastiani

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

Ancora Hardware

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore