Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

  • Audiophile sound 'digital'

      ANNUNCIO AS DIG 170

    Un'edizione DIGITALE, INTERATTIVA, AMPLIATA
    con più rubriche, video clip dei critici, foto gallery,
    music link dei dischi recensiti, e molto di più!

    SOLO 3,90 per rivista + CD / SOLO 3 euro SENZA CD
    CLICK per l'acquisto        CLICK per l'acquisto ANTEPRIMA

     AUDIOFILESHOP

  • Audiophile Vinili & Nastri

     

    ANNUNCIO REEL REEL

     

    The Vinyl Collection Records
    19 TITOLI disponibili
    Per vedere i titoli CLICK > ITALIAN  - CLICK > ENGLISH
    CLICK per l'acquisto

     

    The Reel-to-Reel Collection Tapes
    per informazioni CLICK > ITALIAN - CLICK > ENGLISH
    per info su vinili e nastri tel 089 72 64 43 cell 392 85 06 715

     


     

  • Audiophile sound 'cartacea'

     ANNUNCIO AS CARTA 170

    L'edizione in carta con CD fisico allegato
    Per l'anteprima CLICK Per l'acquisto CLICK
    Oppure acquistatela in edicola nazionale

     

     

     

    AUDIOFILESHOP

  • 1
Giovedì, 22 Febbraio 2007 11:47

Ouvertures in HI-FI

Vota questo articolo
(0 Voti)

OUVERTURES IN HI-FI.

MUSICHE DI ADAM, AUBER, HEROLD, REZNICEK, SUPPE, NICOLAI.

Paris Conservatoire Orchestra, A. Wolff.

LP Speakers Corner/Decca SXL 2008


giudizio artistico: OTTIMO-ECCEZIONALE

Sono ormai circa dieci anni che possiedo questo disco, che ascolto con una certa regolarità. In esso l’Orchestra del Conservatoire de Paris esegue una serie di famose ouverture di Adam (Si j’étais roi), Auber (Le Domino noir), Hérold (Zampa), Reznicek (Donna Diana), Suppé (La dama di picche) e Nicolai (Le allegre comari di Windsor).

In poche parole si tratta di alcune delle opere più gradevoli, melodiose e ben scritte del XIX secolo. Le prime tre ouvertures provengono dall’opéra comique francese, un genere che ci ha regalato melodie scintillanti, in molti casi - come nelle opere in esame - legate a una intensa carica emotiva e ad argomenti drammatici. Albert Wolff possiede un tocco abbastanza leggero per esprimere lo spirito brillante e il brio di queste opere senza comunque sottovalutare gli aspetti drammatici che conferiscono unitarietà a questi lavori. Detto per inciso, Hérold è il compositore di La fille mal gardée, i cui spunti brillanti sono presenti anche nell’ouverture tratta dall’opera Zampa. Musica piacevole e attraente, che merita davvero di essere ascoltata. Le altre tre ouverture (presentate sul lato B del disco) hanno un’origine più ‘internazionale’. Reznicek era direttore di una banda militare di Praga e la sua ouverture è tratta dall’opera Donna Diana, che fa uso del ritmo zapateado- una danza popolare spagnola in tempo ternario dall’andamento molto vivace - e di parecchimotivi di derivazione spagnola.

L’ouverture da La dama di picche di Suppé (compositore di origine belga) ci conduce nella gaia atmosfera del can-can mentre Nicolai, co-fondatore dei Wiener Philharmoniker, è presente in questo disco con l’ouverture da Le allegre comari di Windsor, il cui tema deriva dall’ultimo atto dell’opera, ambientato nella foresta di Windsor ai piedi della quercia di Herne. Andrew Porter, autore delle note di copertina pubblicate sul retro del vinile, ha descritto brevemente l’ouverture di Nicolai in questi termini: «L’Andantino iniziale può fare pensare a un enorme guanto animato, che si gira lentamente, vola, ammicca e risplende brillando con delicatezza. Quest’immagine non appare fuori luogo quando si assiste all’opera, in quanto più avanti la medesima

musica accompagna il misterioeo e splendido coro che saluta il sorgere della luna. All’Andantino segue uno Scherzo dall’atmosfera fiabesca, che ricorda a tratti lo stile di Felix Mendelssohn, in tutto simile alla musica fatata composta dopo la comparsa delle musiche di scena per il Sogno di una notte di mezza estate... L’Allegro vivace è basato su un tema dei Maestri cantori di Norimberga di Wagner, che conduce alla melodia destinata a diventare il galop finale dell’opera».

Nonostante il fatto che queste tre ultime ouverture presentino caratteristiche sensibilmente diverse rispetto alle ouvertures da opere francesi incise sul lato A, Wolff è in grado di individuare gli elementi propri dell’opéra comique presenti negli ultimi tre lavori dirigendoli secondo i giusti canoni dell’opera leggera, cosa che invece Sir Georg Solti non riesce a fare in un’altra rimasterizzazione in vinile da 180 grammi della Speakers Corner (SXL MMMMM) in cui il direttore ungherese tende a forzare i tempi in una maniera che non valorizza gli aspetti più incantevoli di queste opere. Un disco davvero molto bello.

Pierre Bolduc


giudizio tecnico: OTTIMO

DINAMICA: 4

EQUILIBRIO TONALE : 4

PALCOSCENICO SONORO: 4

DETTAGLIO: 4

Naturalmente, dopo avere ascoltato questo vinile della Speakers Corner, ho subito provveduto a confrontarlo con la versione originale. In questo caso il fatto che gli amplificatori utilizzati per il trasferimento sul disco di lacca fossero valvolari ha fatto la differenza. Il fatto che queste differenze possano piacere o meno dipende dai gusti di ciascuno riguardo alla risoluzione dei dettagli nel registro centrale, alla gamma delle dinamiche e all’estensione.

La nuova rimasterizzazione è sicuramente agevolata nelle note più acute e in una migliore risoluzione del registro grave dall’ottima qualità dell’incisione del 1957. Rispetto alla vecchia edizione, nella nuova rimasterizzazione il bilanciamento della registrazione appare anche più ravvicinato. Pur non essendo una delle migliori registrazioni in assoluto della Decca, questo disco è comunque sicuramente di alto livello. Rispetto ad altre incisioni dell’etichetta inglese dal timbro un po’ nasale, questo disco non presenta quasi per nulla una simile caratteristica.

Al contrario possiede un registro centrale di meravigliosa trasparenza e, pur non vantando un’escursione dinamica paragonabile, per esempio, al Peer Gynt di Edvard Grieg (SXL MMMM), può contare su una splendida varietà timbrica e una splendida resa dei colori degli archi acuti. Inoltre ho confrontato la rimasterizzazione della Speakers Corner anche alla versione mono (LXT 5421). Con una testina mono il suono è davvero eccellente, presentando note gravi più consistenti e un colore degli archi più omogeneo di quello offerto dalla versione stereo. Tuttavia, per potere apprezzare pienamente questi pregi, bisogna avere una testina mono... In conclusione si tratta di una ripubblicazione davvero benvenuta, presentata con una bella copertina.

Pierre Bolduc

Letto 7446 volte

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

  • Un impianto audio da due milioni di dollari!

    Non avete mai visto un impianto di ascolto Hi-End da due milioni di dollari? Eccovi accontentati! Si tratta del fantasmagorico impianto dell'azienda inglese Living Voice.

    Un impianto che resterà solo un sogno per la maggior parte di noi.

Ancora Hardware

  • Un paio di diffusori da 300 mila dollari

    Questi diffusori vengono costruiti con legni pregiati come frassino, ciliegio e noce. Il suono ottenuto è pari alla qualità dei materiali!

    Oswalds Mill Audio progetta diffusori da sogno... Un sogno che costa caro. Vediamo come vengono costruiti.

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore