fbpx

Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

  • Audiophile sound CARTACEA

    ANNUNCIas 179 carta3

    CLICK SULLA COPERTINA PER SCARICARE L'ANTEPRIMA
  • Audiophile sound DIGITAL

    as 178

    CLICK SULLA COPERTINA PER SCARICARE L'ANTEPRIMA
  • Audiophile Sound News

    as news

    CLICK SULLA COPERTINA PER SCARICARE L'ANTEPRIMA
  • 1
Venerdì, 14 Marzo 2008 12:42

Berio – Xenakis - Turnage

Vota questo articolo
(0 Voti)

Berio – Xenakis - Turnage

Dedicated to Christian Lindberg

Oslo Philarmonic Orchestra, dir. Peter Rundel

Bis Hibryd SACD 1638

Giudizio artistico: eccezionale


In questo disco troviamo riunite tre composizioni per trombone e orchestra scritte appositamente e dedicate dagli autori a Christian Lindberg.

Si tratta di composizioni estremamente difficili da eseguire, ai limiti dell’impossibile, nelle quali il trombone è chiamato ad eseguire passi di enorme difficoltà, effettuando anche suoni multipli, effetti di glissato, frullati, colpi di gola e canto simultaneo al suono dello strumento, senza considerare che nel concerto di Xenakis (nel quale l’orchestra esegue dei “claster” come fosse un pianoforte) viene richiesta l’esecuzione di 56 fa acuti e tre sol bemolle (ovverosia le note ai limiti massimi dello strumento!!!).

In questo caso il trombonista Peter Lindberg supera queste difficoltà con stupefacente abilità e riesce ad eseguire questi concerti con una maestria probabilmente ineguagliabile e non è un caso se viene considerato come uno dei cinque migliori strumentisti (tra gli strumenti ottoni) del ‘900.

Molto interessante musicalmente e bello da ascoltare il concerto in tre movimenti di Mark-Anthony Turnage che ricorda il miglior Stravinsky, ma con un accompagnamento di batteria che ricorda una Jazz Band che swinga tempi ben ritmati. Orchestra inappuntabile. Livio Malpighi.


Giudizio tecnico: ottimo/eccezionale

DINAMICA: 4/5

EQUILIBRIO TONALE : 5

PALCOSCENICO SONORO: 5

DETTAGLIO: 5

Ottimo super audio CD ibrido dal suono molto corretto, l’equilibrio tra orchestra e solista funziona molto bene e le proporzioni sono rispettate. Anche l’immagine è a posto e così anche per tutti gli altri parametri, l’unico piccolo appunto che si può fare è che la macro dinamica non è così esplosiva come forse si vorrebbe, ma d’altronde la perfezione non è di questo mondo però il risultato finale è comunque pienamente soddisfacente. Livio Malpighi.

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore