Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

  • Audiophile sound 'digital'

      ANNUNCIO AS DIG 167

    Un'edizione DIGITALE, INTERATTIVA, AMPLIATA
    con più rubriche, video clip dei critici, foto gallery,
    music link dei dischi recensiti, e molto di più!

    SOLO 3,90 per rivista + CD / SOLO 3 euro SENZA CD
    CLICK per l'acquisto        CLICK per l'acquisto ANTEPRIMA

     AUDIOFILESHOP

  • Audiophile Vinili & Nastri

     ANNUNCIO REEL REEL

    The Vinyl Collection - 19 TITOLI disponibili
    Per vedere i titoli CLICK > ITALIAN  - CLICK > ENGLISH
    CLICK per l'acquisto

    The Reel-to-Reel Collection
    per informazioni CLICK > ITALIAN - CLICK > ENGLISH
    per info su vinili e nastri tel 089 72 64 43 cell 392 85 06 715

     

     

     

  • Audiophile sound 'cartacea'

     ANNUNCIO AS CARTA 167

    L'edizione in carta con CD fisico allegato
    Per l'anteprima CLICK Per l'acquisto CLICK
    Oppure acquistatela in edicola nazionale

     

     

     

    AUDIOFILESHOP

  • 1
Venerdì, 07 Dicembre 2007 12:00

Gounod/Bizet. Ballet Music/Carmen Suites

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Gounod/Bizet. Ballet Music/Carmen Suites.

Royal Opera House Orchestra. CoventGarden. Alexander Gibson.

LP ClassicRecords/RCA Living Stereo LSC 2449. 45 giri(4 LP monofaccia) Walthamstow Town Hall,1959.

Prod: R. Minshull. Ing: K. Wilkinson.


Uno dei più grandi Living Stereoa 45 giri

Questo è uno dei più famosi RCA Living Stereo e come molti di essi non è stato registrato dal team RCA, ma dagli ingegneri Decca a Londra e, più in particolare, da Kenneth Wilkinson, uno dei più grandi ingegneri del suono del dopoguerra. Per quelli di voi che non lo sanno, RCA e Decca avevano firmato un accordo commerciale negli anni ‘50 che permetteva, in Europa, agli ingegneri Decca di registrare artisti RCA e agli ingegneri RCA di registrare artisti Decca. Di conseguenza, alcune registrazioni RCA vennero effettuate dalla Decca in Europa e vennero inizialmente pubblicate solo con l’etichetta RCA Living Stereo (per esempio, questa registrazione), mentre alcune registrazioni Decca vennero effettuate da ingegneri RCA e, analogamente, pubblicate inizialmente solo su Decca (per esempio, la Carmen con Karajan e la Wiener Philharmonic, Otello con Solti e l’organico di Santa Cecilia di Roma). Per quanto riguarda le incisione RCA fattte dal team Decca non sono state pubblicate dalla Decca col marchio originale Decca prima della metà degli anni ‘60 e solo nelle linee a prezzo medio e basso. Non so quanti titoli ciascuna etichetta abbia registrato per l’altra, ma nel caso delle registrazioni Decca pubblicate col marchio RCA posso ipotizzare un numero tra trenta e sessanta e, per quel che ne so, quasi tutte sono state pubblicate in effetti dalla Decca tra cui quella in oggetto. Il grande vantaggio è che non costano niente e quelle che ho confrontato alle stampe Living Stereo suonano bene ma piuttosto diversamente: le edizioni Decca sono più dinamiche, hanno un soundstage più preciso, ma non possiedono la grande liquidità in gamma media che caratterizza i migliori Living Stereo (4).

Credo di avere trenta o quaranta di esse, ma il problema è che, anche se so che esiste, non sono mai riuscito a mettere le mani su un’edizione Decca a medio o basso prezzo del pezzo di Gounod che è contenuto nel disco oggetto di questa recensione. So solo che la Carmen Suite era stata ristampata nella serie a medio prezzo Decca Ace of Diamonds (SPA 220) accoppiata ad una delle suite dall’Arlesiana di Bizet diretta da Jean Mouret. In ogni caso, vale la pena acquistare queste ristampe SPA, perché sono economiche e avrete per le mani masterizzazioni Decca di grandi stampe RCA Living Stereo. Personalmente, sono ancora alla ricerca del pezzo di Gounod nella ristampa Ace of Diamonds. Iniziamo dunque con l’edizione originale. Luca Lini di Onlyvinyl me ne ha prestato una

copia al Top Audio che abbiamo fatto ascoltare in confronto all’edizione Classic Records da 180g. La liquidità della gamma media che ho citato più sopra non era percepibile nella ristampa. L’edizione Classic Records sembrava avere un po’ più di spinta dinamica e mi è sembrato che anche il basso fosse migliore: più teso e più pulito. Il confronto è stato effettuato con l’impianto top Gryphon, una catena che ho potuto ascoltare solo per poche ore. Degno di nota il fatto che non vi fosse unanimità tra il pubblico in sala riguardo alla qualità del suono: quasi tutti percepivano il suono più caldo e più musicale dell’originale, ma c’erano molti che preferivano l’edizione Classic Records per la sua presentazione più avanzata e la superiorità dinamica. Purtroppo, l’edizione Classic Records a 45 giri è stata pubblicata dopo il Top Audio e non ho potuto effettuare un diverso

confronto tra l’edizione originale e le riedizioni Classic Records a 33 e a 45 giri. Dunque, quello che segue è un apprezzamento sul suono prodotto dal mio impianto Yamamura qui a Londra. Prima di tutto la dinamica. Veramente eccellente, uno dei migliori Living Stereo che abbia mai ascoltato per quanto riguarda la musica che prorompe così facilmente e senza alcun cenno di congestione nei grandi pieni. La gamma alta è incredibile: dettagliata, non troppo calda ma con la giusta pepatezza, un vero piacere da ascoltare. Anche il mediobasso è molto buono, con i violoncelli tesi e controllati. Anche il basso profondo è un vero piacere da ascoltare: non profondissimo ma dettagliato e mai rimbombante. I legni hanno esattamente la giusta presenza nel soundstage, così come gli archi che cantano deliziosamente. In effetti, più ho ascoltato questo disco, più la musica mi ha coinvolto. Anche se il 45 giri non ha la lussuosa gamma media dei dischi originali (al momento di andare in stampa Onlyvinyl ha una copia in vendita a 390 Euro), la stampa Classic Records nella sua veste a 45 giri surclassa l’originale in termini di gamma dinamica, estensione e controllo del basso. Non ci sono molte copie di questo 45 giri in vendita, per cui prendete la vostra copia ora. Non ve ne pentirete. E la musica, specialmente quella di Gounod, è meravigliosamente lirica, con un tema principale che probabilmente conoscete e, se così non è, vi ritroverete a cantare in un attimo. Assolutamente raccomandato. Concluderò parlando delle performance in questa famosa registrazione. La lettura della musica del balletto Faust è eccellente. La preferisco anche a quella di Karajan! Il direttore austriaco la vede più come un pezzo sinfonico da esibizione e spinge troppo la musica, e nel fare questo perde l’eleganza e la soavità del pezzo. Gibson offre un fraseggio più elegante - ai legni è permesso essere espressivi in tempi più moderati - e la musica canta con vera grazia. Inoltre, i tempi più moderati non tendono alla lentezza o alla pesantezza: in qualche modo, la vitalità ritmica impressa da Gibson ci mette in contatto con la leggera atleticità che associamo al balletto. Le due suite dall’opera di Bizet Carmen occupano il lato 2 di questo disco. Anche se ci sono versioni più idiosincratiche su LP, questa è una buona versione che non deluderà l’audiofilo, anche se un po’ di adrenalina in più non ci sarebbe stata male (per la Suite n°1 vedere Beecham su un’ordinaria registrazione HMV e ascoltare la buona lettura di Karajan su un eccellente LP Columbia, SAX 2289). Eppure, nessuna delle alternative è registrata bene come il disco Living Stereo, certamente non nella sua edizione a 45 giri (Classic Records ha pubblicato anche un’edizione a 200g con lo stesso numero di catalogo). Una release caldamente consigliata.

Pierre Bolduc

Letto 10902 volte Ultima modifica il Venerdì, 07 Dicembre 2007 12:00

Editore

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

  • Un impianto audio da due milioni di dollari!

    Non avete mai visto un impianto di ascolto Hi-End da due milioni di dollari? Eccovi accontentati! Si tratta del fantasmagorico impianto dell'azienda inglese Living Voice.

    Un impianto che resterà solo un sogno per la maggior parte di noi.

Ancora Hardware

  • Un paio di diffusori da 300 mila dollari

    Questi diffusori vengono costruiti con legni pregiati come frassino, ciliegio e noce. Il suono ottenuto è pari alla qualità dei materiali!

    Oswalds Mill Audio progetta diffusori da sogno... Un sogno che costa caro. Vediamo come vengono costruiti.

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore