Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

  • Audiophile sound 'digital'

      ANNUNCIO AS DIG 164 dig

    Un'edizione DIGITALE, INTERATTIVA, AMPLIATA
    con più rubriche, video clip dei critici, foto gallery,
    music link dei dischi recensiti, e molto di più!

    SOLO 3,90 per rivista + CD / SOLO 3 euro SENZA CD
    CLICK per anteprima      CLICK per l'acquisto

     AUDIOFILESHOP

  • Audiophile Vinili & Nastri

     ANNUNCIO REEL REEL

    The Vinyl Collection - 19 TITOLI disponibili
    Per vedere i titoli CLICK > ITALIAN  - CLICK > ENGLISH
    CLICK per l'acquisto

    The Reel-to-Reel Collection
    per informazioni CLICK > ITALIAN - CLICK > ENGLISH
    per info su vinili e nastri tel 089 72 64 43 cell 392 85 06 715

     

     

     

  • Audiophile sound 'cartacea'

     ANNUNCIO AS DIG 164 carta

    L'edizione in carta con CD fisico allegato
    Per l'anteprima CLICK Per l'acquisto CLICK
    Oppure acquistatela in edicola nazionale

     

     

     

    AUDIOFILESHOP

  • 1
Lunedì, 15 Dicembre 2008 10:44

RESPIGHI. ANTICHE ARIE E DANZE

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

RESPIGHI. ANTICHE

ARIE E DANZE. SUITE

I,II,III. LP Speaker’s Corner /

Mercury Living Presence SR

90199. LP 180gr.

Philharmonia Hungarica. Antal

Dorati.

Stereo. Grosse Saal Wiener

Konzerthaus. Vienna, 1958. Prod:

C.R. Fine. Eng: W.Cozart Fine.

www.soundandmusic.com

RESPIGHI. ANTICHE ARIE

E DANZE. SUITE I,II,III.

SACD Ibrido (due e tre canali)

Mercury Living Presence 470637-

2 Philharmonia Hungarica. Antal

Dorati.

Stereo. Grosse Saal Wiener

Konzerthaus. Vienna, 1958. Prod:

C.R. Fine. Eng: W.Cozart Fine.

www.universalmusic.it

giudizio artistico: ECCEZIONALE

Tutti i lavori su questo LP sono adattamenti di motivi di musica tardo-rinascimentale e barocca

scritti per il liuto. Respighi, il compositore dei Pini e delle Fontane di Roma, scrisse una

quantità di notevoli opere per piccole orchestre. Le fonti provengono da compositori francesi

ed italiani poco noti come Simone Molinaro, Vincenzo Galilei e Lodovico Roncalli. Le tre

suite che compongono le Arie e Danze per Liuto sono state scritte tra il 1917 ed il 1931, le prime

due per archi, legni e clavicembalo, l'ultima per soli archi.

Ovviamente, non sembrano semplici adattamenti, ma possiedono un carattere ed un fascino

proprio. La Suite n.3 ha un ben noto tema che rimarrà nelle vostre orecchie a lungo dopo che avrete sentito questo disco.

Le sonorità hanno un carattere moderno, per cui l'intonazione, la precisione dell'unisono ed il

bilanciamento sono molto importanti se si vuole esprimere in modo convincente l'idioma di Respighi.

In questa registrazione Dorati non dirige le sue solite orchestre - la Minneapolis Orchestra e la London Symphony Orchestra, i due organici con cui egli normalmente registrava per la Mercury

- ma la Philharmonica Hungarica, composta principalmente da rifugiati politici ungheresi espatriati

dall'Ungheria dopo la fallita rivolta del 1956. La qualità dell'esecuzione è in effetti memorabile in

questo disco, l'unisono fa pensare che i musicisti suonassero insieme da anni. Ma badate, Dorati era a volte peggio di un dittatore quando era sul podio (lo sentii dirigere la Settima Sinfonia di Dvorak a Londra alla fine degli anni '70 ed uno dei musicisti mi disse che aveva urlato per ore contro di loro durante le prove!).

Non sorprende che gli archi cantino come angeli in questo disco.

La musica è una miscela di danze medievali e orchestrazione del ventesimo secolo; presentare in

modo convincente ed elegante l'elemento danzabile scritto in uno stile che spesso espone note

acute, senza perdere la brillantezza della scrittura di Respighi è un grande risultato. Dorati ottiene tessiture meravigliosamente trasparenti e la sua flessibilità ritmica fa si che la musica acquisti una vitalità che non la rende mai piatta o eccessiva. Agli amanti del digitale consiglio l'edizione

su SACD che contiene esattamente lo stesso programma musicale (Mercury Living Presence, SACD 470 637-

2). Esiste una versione Telarc a medio prezzo con Jesus Lopez- Cobos (Telarc 80309): non

credo che abbia l'effervescenza della performance di Dorati, ma ha un riempitivo, il Trittico Botticelliano di Respighi, eseguito molto bene. Dato che Universal vende gli SACD Mercury a

prezzo pieno (tutti gli RCA Living Stereo sono a prezzo medio e contengono la musica di due

LP...), affermo che esistono offerte migliori sul mercato. Un'ottima scelta, quella della Speaker’s Corner di ristampare questo album su LP, soprattutto perché le edizioni originali su vinile sono piuttosto costose sul mercato dell'usato.

Pierre Bolduc

giudizio tecnico: BUONO-OTTIMO

DINAMICA: 3/4

EQUILIBRIO TONALE : 4

PALCOSCENICO SONORO: 4

DETTAGLIO: 3

Questa è una classica registrazione Mercury prodotta alla fine degli anni '50 che ha contribuito

a far guadagnare alla Mercury la propria reputazione di buon suono ed eccellenza artistica.

Mercury ha poi prodotto registrazioni ancora migliori, ma la miscela di tessiture leggere, bei

motivi e un'incisione aperta e dinamica stavano ad indicare che questa etichetta teneva in grande

considerazione la registrazione stereo.

Molti dei grandi Mercury sono stati registrati nella Walthamstow Town Hall e nell'Eastman Rochester Theatre, questo è stato registrato a Vienna perché la Philharmonia Hungarica, di recente formazione, aveva sede nella capitale austriaca. La sala favorisce un estremo superiore arioso ma una gamma bassa un po' timida. L'ascolto del pizzicato degli archi gravi nella prima suite mostra chiaramente che la sala vuota era piuttosto risonante. Eppure, ciò si è tradotto non in un basso rimbombante, ma in uno piuttosto timido: ho l'impressione che per essere sicuro che la sala vuota non portasse ad una carenza di messa a fuoco all'estremo inferiore dello spettro, il team di ingegneri abbia tentato di rendere il disco leggermente carente in gamma bassa.

I risultati sono ambivalenti: nessuna pesante linea del basso a mascherare il medio-basso ed

la gamma media, ma una mancanza di impatto nella sezione degli archi gravi.

Eppure, si tratta di una registrazione molto piacevole: ha presenza, vitalità ed una gamma media molto dolce. Non comunica la stessa sensazione di essere di fronte all'evento originale di altre registrazioni Mercury effettuate nelle migliori sale. Come sempre, con le registrazioni di questa etichetta, i bilanciamenti sono impeccabili. Invece di usare il pianoforte, Dorati rimane fedele allo spartito di Respighi e usa un clavicembalo: il bilanciamento tra l'orchestra ed il clavicembalo è

ammirevole, così come il bilanciamento tra le varie sezioni dell'organico.

Come suona l'edizione su SACD in confronto? Beh, è un po' deludente. La linea del basso rimane

debole ed il timbro degli archi acuti manca della precisione e della dolcezza dell'edizione su

vinile. Naturalmente, tali confronti sono ardui, perché confrontiamo sia gli apparecchi che i dischi

stessi. Eppure, non credo che l'edizione su SACD offra niente per cui vale la pena acquistarlo.

Infatti, penso che il basso sia migliore nell'LP!

Altri pensieri: dopo aver scritto questa recensione ho cambiato la testina, passando dalla ZYX

1000 alla Clearaudio Discovery. Mi piace la ZYX perché è veramente ben equilibrata e, siccome

ascolto molte registrazioni storiche, traccia bene ed è perfetta nel mantenere il rumore del solco

al minimo. Essa riproduce il medio-basso con autorità, ma non scende in basso come la Clearaudio. Per cui, l'uso della Discovery ha aggiunto più bassi alla riproduzione di questo LP. Penso ancora che sia un po' debole in basso, ma la Clearaudio ha dimostrato che possiede una maggiore estensione di quella che la ZYX è riuscita a rivelare.

La cosa dimostra che l'impianto di un recensore è di importanza critica nel recensire sia i dischi

che gli apparecchi. In ogni caso, si tratta di una meravigliosa registrazione, non tecnicamente

perfetta, ma che vale la pena acquistare. In particolare, la Terza Suite è incantevole.

Pierre Bolduc

Letto 6617 volte Ultima modifica il Lunedì, 15 Dicembre 2008 10:44

Editore

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

  • Un impianto audio da due milioni di dollari!

    Non avete mai visto un impianto di ascolto Hi-End da due milioni di dollari? Eccovi accontentati! Si tratta del fantasmagorico impianto dell'azienda inglese Living Voice.

    Un impianto che resterà solo un sogno per la maggior parte di noi.

Ancora Hardware

  • Un paio di diffusori da 300 mila dollari

    Questi diffusori vengono costruiti con legni pregiati come frassino, ciliegio e noce. Il suono ottenuto è pari alla qualità dei materiali!

    Oswalds Mill Audio progetta diffusori da sogno... Un sogno che costa caro. Vediamo come vengono costruiti.

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore