Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

  • Audiophile sound 'digital'

      ANNUNCIO AS DIG 169 digital

    Un'edizione DIGITALE, INTERATTIVA, AMPLIATA
    con più rubriche, video clip dei critici, foto gallery,
    music link dei dischi recensiti, e molto di più!

    SOLO 3,90 per rivista + CD / SOLO 3 euro SENZA CD
    CLICK per l'acquisto        CLICK per l'acquisto ANTEPRIMA

     AUDIOFILESHOP

  • Audiophile Vinili & Nastri

     ANNUNCIO REEL REEL

    The Vinyl Collection - 19 TITOLI disponibili
    Per vedere i titoli CLICK > ITALIAN  - CLICK > ENGLISH
    CLICK per l'acquisto

    The Reel-to-Reel Collection
    per informazioni CLICK > ITALIAN - CLICK > ENGLISH
    per info su vinili e nastri tel 089 72 64 43 cell 392 85 06 715

     

     

     

  • Audiophile sound 'cartacea'

     ANNUNCIO AS DIG 169 carta

    L'edizione in carta con CD fisico allegato
    Per l'anteprima CLICK Per l'acquisto CLICK
    Oppure acquistatela in edicola nazionale

     

     

     

    AUDIOFILESHOP

  • 1
Venerdì, 26 Ottobre 2007 11:58

JACINTHA: HERE’S TO BEN

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

LP (33+45gg) Groove Note GRV-1001-1.

AAA. Stereo. Studio Recording. Studio 2, Hollywood. 1998.

Prod: J.Harley. Eng: M.C.Ross. Master: B:Grundman.


giudizio artistico: ECCEZIONALE

giudizio tecnico: ECCEZIONALE

DINAMICA: 5

EQUILIBRIO TONALE : 5

PALCOSCENICO SONORO: 5

DETTAGLIO: 5

Here’s to Ben, infine, è la ristampa di un album uscito nel 1998, registrato con grande dispiegamento di mezzi, dal punto di vista analogico. Si trattava, infatti, della prima uscita di una nuova ed agguerrita etichetta discografica: la GrooveNote. Questa label non era stata messa in piedi da un manipolo di sprovveduti, ma da Ying Tan, uno dei padri putativi della ben nota Classic Records. La loro prima uscita fu appunto il presente lavoro di Jacintha, una giovane cantante di colore molto famosa nei paesi orientali e piuttosto sconosciuta in Occidente. Il Ben cui si riferisce il titolo è, ovviamente, il leggendario Ben Webster. L’intero album, infatti, è una raccolta di brani suoi eseguiti dalla voce sensuale di questa favolosa vocalist. Non si capisce perché Jacintha non sia ancora divenuta famosa anche presso di noi, visto che possiede una voce formidabile ed è un interprete di grande gusto e sobrietà. Le sue interpretazioni di Georgia on My Mind, Somewhere Over The Rainbow e The Look Of Love (nel vinile omaggio) sono semplicemente straordinarie. I musicisti che l’accompagnano, inoltre, sono tutti degli autentici veterani, a partire dal sassofonista Teddy Edwards, presente in molte incisioni storiche della Blue Note. Here’s to Ben è quindi un disco di gran pregio, non soltanto dal punto di vista artistico, ma anche per la raffinatezza del profilo d’ascolto Stiamo parlando, infatti, di un disco inciso tenendo ben presenti i desideri degli audiofili più esigenti. Si tratta, infatti, di una registrazione interamente analogica, effettuata dal vivo in studiodirettamente su di un due tracce a bobine ATR -100, impiegando un nastro Basf-900 ad un quarto di pollice. La voce di Jacintha è stata ripresa con un Neumann M-49, mentre non è specificato nelle note quali microfoni e quali pre amplificatori siano stati usati per la band. La masterizzazione per effettuare il trasferimento su vinile è stata fatta mediante macchine valvolari e nessun impiego di software digitale. Il risultato è d’indubbio pregio e di alto valore auditivo; credo, infatti, che il presente disco di Jacintha sia una delle prove più convincenti che abbia ascoltato negli ultimi mesi. I suoi punti di forza sono l’apertura del soundstage e la precisione del dettaglio, veramente stupefacenti. Il bilanciamento generale è eccellente, con le frequenze basse piuttosto veloci e quelle alte limpide e cristalline. La dinamica di cui è fornita questa registrazione offre all’esecuzione un respiro ed un’ariosità veramente ammirevole. La ripresa live direttamente su due tracce ha garantito a questo lavoro un’incredibile naturalezza, che si ripercuote sul soundstage piuttosto aperto, anche se talvolta appare un po’ troppo dominato dalla voce di Jacintha, che tende a spingersi pericolosamente in avanti. Nel disco 45 giri, allegato in omaggio all’edizione in mio possesso, ci sono due brani. Il primo è Danny Boy, contenuto anche in Here’s to Ben, il secondo è una cover version di The Look of Love. Per quanto riguarda Danny Boy è da segnalare una maggiore ricchezza di dettaglio, rispetto alla versione a 33 giri, un leggero incremento del volume generale ed infine la voce di Jacintha sembra spingersi ancora più avanti nel panorama stereofonico. Per quanto riguarda il classico di Burt Bacharach, magistralmente interpretato nella versione originale da Dusty Springfield, un ascolto attento sembra confermare le impressioni ricavate dall’analisi brano precedente. In ogni caso si tratta di un’interpretazione di Jacintha veramente eccellente, anche se l’incisione sembra mancare di un pizzico di magia se paragonata al sound dell’originale. Tirando le somme rimane ancora difficile stabilire quale dei due vinili abbia una maggior qualità, se i 200 grammi o i 180 grammi. Tuttavia, i due dischi della Groove Note sembravano avere una maggior qualità del dettaglio ed un volume d’uscita leggermente più alto, di contro il vinile Quiex, in particolar modo per quanto riguarda l’album di Gabriel, si è distinto per avere un’eccellente riproduzione delle note basse.

Simone Bardazzi

Letto 39218 volte Ultima modifica il Venerdì, 26 Ottobre 2007 11:58

Editore

Altro in questa categoria: « SOMETHIN'ELSE Miles Davis e Bill Evans »

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

  • Un impianto audio da due milioni di dollari!

    Non avete mai visto un impianto di ascolto Hi-End da due milioni di dollari? Eccovi accontentati! Si tratta del fantasmagorico impianto dell'azienda inglese Living Voice.

    Un impianto che resterà solo un sogno per la maggior parte di noi.

Ancora Hardware

  • Un paio di diffusori da 300 mila dollari

    Questi diffusori vengono costruiti con legni pregiati come frassino, ciliegio e noce. Il suono ottenuto è pari alla qualità dei materiali!

    Oswalds Mill Audio progetta diffusori da sogno... Un sogno che costa caro. Vediamo come vengono costruiti.

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore