Direttive europee per la Pivacy Online

Questo sito WEB usa cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità, anche di terze parti. Usufruendo del sito, acconsentite che questo tipo di informazioni vengano raccolte e memorizzate sul vostro dispositivo.

Leggi i riferimenti normativi europei sulla privacy online

Avete rifiutato l'utilizzo dei cookies. La vostra scelta può essere modificata in ogni momento.

Avete acconsentito all'utilizzo di cookies. Potete comunque modificare questa impostazione in ogni momento.

  • Audiophile sound 'digital'

      ANNUNCIO AS DIG 169 digital

    Un'edizione DIGITALE, INTERATTIVA, AMPLIATA
    con più rubriche, video clip dei critici, foto gallery,
    music link dei dischi recensiti, e molto di più!

    SOLO 3,90 per rivista + CD / SOLO 3 euro SENZA CD
    CLICK per l'acquisto        CLICK per l'acquisto ANTEPRIMA

     AUDIOFILESHOP

  • Audiophile Vinili & Nastri

     ANNUNCIO REEL REEL

    The Vinyl Collection - 19 TITOLI disponibili
    Per vedere i titoli CLICK > ITALIAN  - CLICK > ENGLISH
    CLICK per l'acquisto

    The Reel-to-Reel Collection
    per informazioni CLICK > ITALIAN - CLICK > ENGLISH
    per info su vinili e nastri tel 089 72 64 43 cell 392 85 06 715

     

     

     

  • Audiophile sound 'cartacea'

     ANNUNCIO AS DIG 169 carta

    L'edizione in carta con CD fisico allegato
    Per l'anteprima CLICK Per l'acquisto CLICK
    Oppure acquistatela in edicola nazionale

     

     

     

    AUDIOFILESHOP

  • 1
Domenica, 12 Ottobre 2014 00:00

ESPANA. LP 45 giri Original Recording Group/Decca (London)

Vota questo articolo
(1 Vota)

Ho recensito questa registrazione talmente tante volte che ne ho perso il conto. L'ultima volta che ho scritto di questo disco è stato quando abbiamo incluso le cinque Danze Spagnole nel CD allegato ad ‘Audiophile Sound’ di Novembre 2010 (AUD101)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ESPANA. LP 45 giri Original Recording Group/Decca (London) ORG/London CS 6006. (2 LP). LP 180gr. London Symphony Orchestra. Ataulfo Argenta.
Stereo. Kingsway Hall, London, 1956/1957. Prod: E. Smith Eng: G. Parry
www.soundandmusic.com

giudizio artistico: OTTIMO-ECCEZIONALE
Ho recensito questa registrazione talmente tante volte che ne ho perso il conto. L'ultima volta che ho scritto di questo disco è stato quando abbiamo incluso le cinque Danze Spagnole nel CD allegato ad ‘Audiophile Sound’ di Novembre 2010 (AUD101). Prima c'è stata una recensione dell'edizione su LP da 180g a 33 giri della Speaker’s Corner (ancora disponibile), poi, più di recente, la versione su XRCD della FIM e spesso ho citato questo disco come un testimone molto attendibile del genere di lavoro che la Decca faceva tra la metà e la fine degli anni '50.
Il direttore spagnolo Ataulfo Argenta, morto tragicamente nel fiore dei suoi quarant'anni, era assolutamente nel suo elemento con la musica spagnola, cioè con la musica spagnola di questo disco scritta da un tedesco (le Danze Spagnole), da un francese (la Rapsodia Spagnola di Chabrier), da un russo (il Capriccio Spagnolo di Rimsky-Korsakov) e, si, finalmente, da uno spagnolo: Granados (Danza Spagnola n°5, Op.37). Tutti questi pezzi totalizzano circa quaranta minuti di musica classica leggera, molto ben eseguita e, soprattutto, molto ben registrata. Dato che l'edizione in oggetto è a 45 giri, dovremmo forse concentrare la nostra attenzione sulla qualità sonora di questo vecchio Decca. A proposito, se volete una registrazione assolutamente eccezionale del Capriccio Spagnolo e del Capriccio Italiano di Tchaikovsky, scegliete quella di Kondrashin su un vecchio RCA Living Stereo: le performance, anche se il loro idioma spagnolo non è così ben espresso come nella registrazione Decca, sono le più eccitanti che abbia mai sentito. Sono state anche ristampate su un XRCD della JVC. Anche il suono è Living Stereo vintage, non altrettanto trasparente come quello della registrazione di Argenta, ma comunque molto buono.
Pierre Bolduc

giudizio tecnico: ECCEZIONALE
Che io sappia, questa è la prima volta che questa registrazione Decca compare nel formato a 45 giri. La copertina non è quella della stampa Decca inglese, ma quella della edizione originale americana London, da cui il numero di catalogo London (CS 6006) e non quello inglese (SXL 2020). Il bilanciamento di ripresa è piuttosto avanzato, ma in modo molto piacevole: gli archi costituiscono il corpo della registrazione e possiamo percepirlo nell'apertura della Rapsodia Spagnola, con il pizzicato profondo degli archi gravi. Gli ottoni e i legni sono stati ben bilanciati rispetto agli archi, ma è il corpo degli archi che costituisce l'elemento sonoro principale dell'immagine sonora.
Alla mostra di Monaco ho fatto un paio di dimostrazioni sul suono Decca nella sala Audio Tekne e sui Main Speakers di Imai, una delle due sole coppie esistenti al mondo. Ad un certo punto ho confrontato l'edizione a 33 giri della Speaker’s Corner al recente album doppio a 45 giri della ORG e c'è stato un unanime accordo sul fatto che tutti i parametri tecnici fossero migliori sui dischi ORG: migliore dinamica, maggiore estensione, più dettaglio nella gamma media e così via. In termini musicali questo si traduceva in ottoni che avevamo più spinta, pizzicati che scendevano più in basso e più solidamente, oltre ad un generale miglioramento del soundstage, cioè più avanzato con gli ottoni e gli strumenti a percussione e più precisamente scolpito nella parte posteriore dell'immagine sonora.
Al ritorno da Monaco, ho deciso di studiare meglio la questione dell'accuratezza timbrica con i dischi a 45 giri. Per fortuna avevo a mia disposizione una copia del master Decca delle Cinque Danze Spagnole. Un confronto A/B si è dimostrato molto interessante. Ascoltando prima il nastro a due tracce a 38cm/s si percepiva più punch, bassi più profondi e una sensazione del fluire della musica che non si sentiva sugli LP. Eppure, l'edizione a 45 giri iniziava a rendere i suoni strumentali molto più simili a quelli sul nastro; la rasposità dei tromboni, per esempio, era più diluita nell'edizione a 33 giri, ma molto più vicina al riferimento nastro nei dischi a 45 giri. Ed il soundstage nei 45 giri aveva perso quella profondità artificiale che sembra l'ossessione della maggior parte dei critici.
Su questo argomento ho sentito letteralmente centinaia di master e ciascuno presenta un soundstage molto più avanzato di quello proposto dagli LP. I master riproducono gli strumenti musicali con molta più aria attorno e con una presenza nel medio-basso che gli LP non possono eguagliare. Questo perché la risposta all'estremo inferiore dello spettro è molto migliore, più lineare e questo da maggiore presenza agli strumenti che producono basse frequenze. In altre parole, le edizioni a 45 giri, certamente quella oggetto della presente recensione, sono più vicine al master rispetto a quella a 33 giri della Speakers Corner. Una curiosità, beh, forse più una piccola lamentela. L'album originale è stato riversato su tre facciate in questa confezione molto elegante e lussuosa di 2 LP. Sulla quarta facciata, comunque, la ORG ha semplicemente riversato esattamente la prima facciata dell'LP. Perché, invece, non ci hanno offerto la versione a 33 giri? Sarebbe stato un ottimo strumento promozionale per dimostrare la superiorità del 45 giri. Non hanno dimostrato grande immaginazione in questo caso…
Pierre Bolduc

Letto 7162 volte

Iscriviti subito per ricevere la newsletter con le ultime novità dall'editore Pierre Bolduc: basta effettuare la registrazione sul sito

Leggi tutti

Hardware

  • Un impianto audio da due milioni di dollari!

    Non avete mai visto un impianto di ascolto Hi-End da due milioni di dollari? Eccovi accontentati! Si tratta del fantasmagorico impianto dell'azienda inglese Living Voice.

    Un impianto che resterà solo un sogno per la maggior parte di noi.

Ancora Hardware

  • Un paio di diffusori da 300 mila dollari

    Questi diffusori vengono costruiti con legni pregiati come frassino, ciliegio e noce. Il suono ottenuto è pari alla qualità dei materiali!

    Oswalds Mill Audio progetta diffusori da sogno... Un sogno che costa caro. Vediamo come vengono costruiti.

Varie

Musica e dischi

Tutti i video

  • AS Speciale Top Audio AS Speciale Top Audio
  • AS Souvenir Edition Audiophile Sound Souvenir Edition Una lunga intervista con Pierre Bolduc…
Sound and Music Novità Aprile 2016

Le novità di Aprile da Sound & Music

Sound and Music Novità Febbraio 2016

Le novità di Febbraio da Sound & Music

Audiophile Sound a casa tua

Abbonamento: Rivista+CD a casa tua

OFFERTA: Solo 81 Euro (con CD) per 12 numeri invece di 10

Risparmi 27 Euro su acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Digital Edition

Compra l’ EDIZIONE DIGITALE

Solo 3,90 euro (5,90 con il CD)

Risparmia più di 3 Euro per numero!!!

CLICCA QUI

Audiophile Sound Abbonamenti

EDIZIONE DIGITALE

Solo 24 euro (39 euro con il CD)

OFFERTA: per 12 numeri invece di 10

Risparmia fino a 66 Euro sul'acquisto in edicola!!!

CLICCA QUI

 

Accesso Utente

Utilizzando questo sito si accettano integralmente le norme e le condizioni d'uso in vigore